ORARIO D'APERTURA
dal lunedì al venerdì
mattina 07:00 – 14:00
pomeriggio 16:00 - 17:00
ORARIO PRELIEVI
dal lunedì al venerdì 07:00 – 10:30
PRELIEVI A DOMICILIO
su prenotazione
Prenota prelievo a domicilio

Previeni il melanoma!

Arriva la bella stagione e con essa la voglia di scoprirsi e di mettere in mostra qualche centimetro di pelle, possibilmente non troppo pallida. Ed ecco che comincia  la corsa alla “tintarella mordi e fuggi” per ottenere quel delizioso colore brunastro che ci fa sembrare “più sani e più belli”.

Il sole è sicuramente la fonte della nostra energia vitale, che condiziona tutti i sistemi fisiologici e l’attività del nostro organismo. Fondamentale per la sintesi della vitamina D nella sua forma attiva (indispensabile per le ossa), per la produzione di ormoni del “buon umore” come la serotonina e per regolare il ritmo sonno-veglia incentivando la naturale sintesi di melatonina. Ma se da un lato esso ha indubbiamente tutte queste qualità, è oramai provato dalla scienza che anche il sole ha le sue macchie. L’esposizione solare non corretta infatti è in grado di causare  danni – acuti e cronici- alla pelle dovuti alla presenza dei raggi UV e non solo. I danni acuti quali  eritema ed ustione solare sono dovuti all’azione dei raggi UVB,  il foto-invecchiamento, quale danno cronico, è dovuto agli UVA. Lo strato superficiale della pelle esposto alla luce solare in maniera non corretta si disidrata e si inspessisce e le radiazioni UV danneggiano in profondità collagene ed elastina, che col passare degli anni si riproducono sempre meno, portando alla progressiva comparsa delle rughe. Inoltre la pelle si difende dal sole producendo sempre più melanina con successiva comparsa di antiestetiche macchie, soprattutto al viso e il calore porta alla dilatazione permanente dei capillari e alla comparsa di angiomi e couperose.

prevenzione melanoma

Non dimentichiamoci poi dell’evenienza più grave, cioè la comparsa dei tumori della pelle, primo tra tutti il melanoma. 10 italiani su 100 mila sono colpiti infatti dal melanoma, il tumore della pelle più temibile in assoluto, la cui origine è sicuramente da associarsi ad una scorretta esposizione al sole, specie nei primi 3 anni di vita. Il melanoma rientra tra i tumori della pelle che originano dai melanociti, cellule responsabili della produzione del pigmento cutaneo e che costituiscono classicamente i nevi. E’ un tumore altamente maligno, specie per la sua propensione a dare metastasi agli organi interni. Ci sono poi altri tumori cutanei definiti Non Melanoma Skin Cancer, tra cui le cheratosi attiniche e più propriamente il carcinoma basocellulare e spino cellulare, che originano dai cheratinociti e sono meno aggressivi e più facilmente trattabili dal dermatologo con diverse terapie (mediche o chirurgiche). Se rimane comunque vero che per anche per questi tumori è importante la predisposizione genetica e quindi la familiarità, è sicuramente noto che la causa scatenante principale vada ricercata nella errata esposizione alle radiazione UV negli anni ( generalmente tali tumori si presentano dopo i 40-50 anni, ma ormai sempre più spesso anche nelle fasce di età più giovani).

Per combattere l’insorgenza di tali tumori è pertanto necessario attuare un comportamento di prevenzione con l’utilizzo di creme con filtri solari specifici per ciascun soggetto e SPF cioè fattore di protezione alto, non meno di 30, meglio 50+, da riapplicare ogni 2-3 ore al sole. Esporsi evitando le ore più calde della giornata, 11:00-16:00,  e cercando di non diventare mai “rossi” (eritema solare). Tale precauzione è assolutamente indispensabile nei bambini specie fino ai 3 anni di età e in tutti i soggetti di fototipo chiaro ovvero con capelli rossi/biondi e occhi chiari. Può essere inoltre consigliato dal proprio dermatologo di fiducia un integratore alimentare specifico, per proteggere la pelle anche “dall’interno” e da assumere per tutto il periodo della esposizione al sole.

Per combattere davvero il melanoma e gli altri tumori della pelle è di fondamentale importanza però la DIAGNOSI PRECOCE. Infatti queste lesioni, se trattate al loro insorgere, sono curabili. E’ importante quindi effettuare una visita di controllo una volta l’anno dal proprio dermatologo e tra una visita e l’altra cercare di tenere sotto controllo le macchie della pelle ed i nei seguendo la “regola dell’ABCDE”: Asimmetria, Bordi irregolari, Colore variabile, Dimensione maggiore di 6mm, Evoluzione rapida. Al verificarsi di una o più di queste evenienze sarà infatti opportuno al più presto rivolgersi al proprio medico o allo specialista dermatologo di riferimento.

 

 

Articolo a cura della Dott. Lara Tripo,  Specialista in Dermatologia e Venereologia

Per informazioni o per prenotare una visita chiamare al numero Tel. 0916090066